LA SETTIMANA IN PARLAMENTO: 4 – 10 APRILE 2022

La Settimana in Parlamento

LA SETTIMANA IN PARLAMENTO: 4- 10 APRILE 2022

Lunedi 4 aprile si è svolta la discussione generale della proposta di legge relativa alla “Modifica all’articolo 18-bis del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, in materia di rilascio del permesso di soggiorno alle vittime del reato di costrizione o induzione al matrimonio” nonché la discussione generale delle mozioni concernenti iniziative in materia di allergie e intolleranze alimentari, con particolare riferimento alla celiachia.

Nella seduta di martedì 5 aprile, l’Aula ha approvato in prima lettura la cosiddetta “legge Saman”, ossia la proposta di legge riguardante la “Modifica all’articolo 18-bis del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, in materia di rilascio del permesso di soggiorno alle vittime del reato di costrizione o induzione al matrimonio”. Il provvedimento, che passa ora all’esame del Senato, modifica l’articolo 18-bis del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, inserendo il reato di costrizione o induzione al matrimonio nell’elenco delle fattispecie di reato previste in materia di permesso di soggiorno per le vittime di violenza domestica.

L’intervento comporterà il rilascio immediato del permesso di soggiorno alla vittima che denuncia il reato di matrimonio forzato così che possa svincolarsi dalla famiglia di origine. Per chi commette reato inoltre potrà essere adottata quale ulteriore misura sanzionatoria quella della revoca del permesso di soggiorno e dell’espulsione.

A seguire sono state esaminate e approvate le mozioni concernenti iniziative in materia di allergie e intolleranze alimentari, con particolare riferimento alla celiachia.

In base al testo approvato, il governo è impegnato, tra l’altro ad introdurre una giornata informativa sulle allergie ed intolleranze alimentari e sulla celiachia e dovrà, inoltre, vigilare affinche’ in tutte le scuole vengano avviati percorsi per una corretta educazione sulle allergie ed intolleranze alimentari; si prevedono iniziative volte a potenziare la campagna informativa all’interno di studi medici, corsi di formazione e campagne di sensibilizzazione anche nella programmazione radiotelevisivo e multimediale. Si dispone, altresì, il completamento su tutto il territorio nazionale della informatizzazione del processo per rendere i buoni acquisto erogati ai soggetti affetti da celiachia dematerializzati digitalizzati e spendibili in maniera frazionata permettendo la spesa degli alimenti senza glutine in piu’ canali di vendita e al di fuori del territorio regionale. Ed infine è previsto un impegno a sostenere la ricerca scientifica e ad includere nel prossimo aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza anche le prestazioni per la diagnosi precoce della celiachia nei soggetti ritenuti maggiormente a rischio.

Nel corso della seduta l’Assemblea ha, infine, deliberato la costituzione in giudizio della Camera dei deputati in relazione a un conflitto di attribuzione elevato innanzi alla Corte costituzionale dal Tribunale di Torino, di cui all’ordinanza della Corte costituzionale n. 35 del 2022; ha quindi deliberato di elevare un conflitto di attribuzione innanzi alla Corte costituzionale nei confronti dell’autorità giudiziaria (Sezione Commerciale, giudice dell’esecuzione, del Tribunale di Lecce).

Al termine delle votazioni si è svolta la discussione generale del decreto-legge 17 febbraio 2022, n. 9, recante misure urgenti per arrestare la diffusione della peste suina africana (PSA).

Il provvedimento, ottenuto il primo via libera del Senato, è stato approvato in via definitiva alla Camera nella giornata di mercoledì 6 aprile; esso prevede l’adozione di piani regionali relativi a interventi urgenti per la gestione, il controllo e l’eradicazione della peste suina africana (PSA) nei suini da allevamento e nei cinghiali, ne definisce le procedure e le competenze per l’attuazione, comprese le attività relative agli animali abbattuti, e demanda ad un decreto ministeriale la definizione dei parametri tecnici di biosicurezza per gli allevamenti suinicoli. Viene istituito un Commissario straordinario con compiti di coordinamento e monitoraggio delle azioni e delle misure poste in essere per eradicare la PSA. Nel corso dell’esame al Senato e’ stata aggiunta la realizzazione di recinzioni o altre strutture temporanee ed amovibili per il contenimento dei cinghiali selvatici nella zona infetta corrispondente alla zona soggetta a restrizioni. E’ infine introdotto un obbligo di segnalazione di rinvenimento di cinghiali feriti o morti ed una sanzione amministrativa pecuniaria per l’inadempimento di tale obbligo.

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe piacerti anche

LA SETTIMANA IN PARLAMENTO: 11 – 17 APRILE 2022
LA SETTIMANA IN PARLAMENTO: 28 MARZO – 3 APRILE 2022

Devi leggere

Menu