TASI: anomalie a 5 stelle !

La mia ultima interrogazione è rivolta al Ministro dell’economia e delle finanze e riguarda i tempi di pagamento e le aliquote del tributo Tasi.

Manca poco all’appuntamento con la Tasi: nella maggior parte dei Comuni la nuova imposta va pagata entro il 16 ottobre. Secondo uno studio messo a punto dalla Cisl, in otto capoluoghi tra cui Venezia, per gli immobili con rendita catastale di 500 euro si pagherà di più che con l’Imu 2012. E pagherà anche chi prima non pagava per merito delle detrazioni. In undici città, Milano compresa, l’arrivo del nuovo tributo appesantirà il conto fiscale delle famiglie in maniera notevole anche secondo le ultime elaborazioni del Servizio politiche territoriali della Uil, stando alle quali per una famiglia su due il conto sarà quest’anno più salato dell’Imu 2012.

Con quest’ultima tassa i comuni  si sono sbizzarriti al punto che il calcolo della TASI  risulta una vera giungla con svariate casistiche!

Ad esempio troviamo Flero (Bs) che per suddividere 72.500 euro di detrazioni fra le abitazioni principali ha elaborato una formula con tanto di parentesi graffe, tonde e quadre, frazioni e sommatorie oppure Ripabottoni, 566 abitanti tra Campobasso e Termoli che ha previsto uno sconto aggiuntivo da 50 euro se in famiglia c’è qualcuno “con disabilità superiore al 100 per cento”. Per non farci mancare nulla, ricordiamo i contribuenti di Palermo che scaricano il provvedimento da internet ma per capire quanto pagare devono leggere il testo originario proposto dalla giunta e correggerlo con gli emendamenti e i sub-emendamenti approvati in consiglio e in parte scritti anche a mano.

Poi però ci sono loro, le anomalie, i comuni di Ragusa e Assemini  che sono riusciti addirittura a deliberare l’esenzione.
Sarebbe bello avare amministrazioni cosi anomale in tutta Italia.

… Ah! dimenticavo: sono ANOMALIE a 5 stelle.

Premesso tutto ciò, cosa ho chiesto al Ministro?

chiedo di intraprendere iniziative per fare in modo che ogni comune costituisca un’utile tabella riepilogativa per tipologia di immobile con la relativa aliquota affinché il cittadino, già ampiamente vessato dalle tasse, non debba anche perdere il proprio tempo per interpretare gli atti, fare conteggi e, nei casi peggiori, rivolgersi ad un professionista per pagare il dovuto.

images