Settimana a 5 stelle n 62

Si inizia la settimana con la riforma della RAI.

*”Un filo rosso collega le riforme costituzionali, la riforma della legge elettorale e quella del servizio pubblico radiotelevisivo: sono i pezzi di una nuova forma di Governo ipermaggioritaria e monocratica, sono i tasselli di una concezione del potere che tenta di comprimere oltre ogni limite il principio pluralistico, con tutto quello che ne consegue sulla tenuta stessa della forma di Stato democratica. ”
Ecco l’intervento del nostro Roberto Fico durante la discussione generale sul disegno di legge di riforma della ‪#‎RAI‬.

*Il Pd non può ingannare tutti per sempre: il nominato premier aveva promesso di approvare le norme sul conflitto di interessi nei primi 100 giorni. Invece non solo hanno affossato la proposta di legge del M5S, ma hanno votato contro l’emendamento alla ‪#‎RiformaRai‬ che abbiamo presentato per evitare che ai vertici della Tv pubblica siano nominati soggetti in conflitto di interessi. Un uomo vale tanto quanto la sua parola: quanto vale Renzi?

*LA VERITA’ SUL COLOSSEO: DIRITTI IN MENO PER UN TWEET IN PIU’
La cultura non è ostaggio dei lavoratori, come ha cinguettato qualcuno.
La cultura è ostaggio dei Governi, dei tagli, di politiche miopi e delle cooperative che sfruttano e lucrano!
Non facciamoci ingannare dalla retorica dei lavoratori che cospirano contro lo Stato, degna dei peggiori regimi.

*Questa settimana Sorial Girgis Giorgio insieme a Gianluca Castaldi sono andati ad incontrare il presidente Mattarella alla Colle.
Hanno esposto tutti i nostri dubbi sull’operato scandaloso di Renzi e del suo Governo che, nelle modalità e nei contenuti, sta mettendo in serio pericolo l’Italia.