Settimana a 5 stelle n 140

Questa settima è iniziata con l’esame in Aula del decreto, già approvato dal Senato, recante disposizioni urgenti per la crescita economica del #Mezzogiorno.

La Commissione Affari Costituzionali ha iniziato l’esame della proposta di legge in materia di acquisto di veicoli di servizio elettrici da parte delle pubbliche amministrazioni.

19961111_1944635339192767_5876735455268624580_n

*Su Dl Mezzogiorno abbiamo votato la fiducia, doveva essere l’ennesimo decreto che si prefigge di alleviare i guai del nostro Meridione, ma che in realtà si è trasformato nell’ennesimo carrozzone carico di misure localistiche, favori e mancette.

Con provvedimenti del genere non si possono alleviare i problemi cronici del Mezzogiorno che con gli attuali ritmi di crescita, secondo lo Svimez, recupererà i livelli pre-crisi soltanto nel 2028. Siamo di fronte a un decreto che elargisce incentivi a pioggia, crea nuova burocrazia e in più ha imbarcato via via la solita dose di interventi micro-settoriali e marchette.

Circa 10 meridionali su 100 sono in condizione di indigenza assoluta, contro poco più di 6 nel Centro-Nord, nelle regioni del meridione il rischio di povertà è triplo rispetto al resto del Paese. Ma intanto qui vediamo milioni di euro pubblici allegramente elargiti all’università di Trento, all’area metropolitana di Milano o all’accademia nazionale di Santa Cecilia di Roma. Che naturalmente con il Sud non c’entrano nulla.

sudsat