Settimana a 5 stelle n 94

*Per garantire il diritto allo studio universitario il MoVimento 5 Stelle propone di abbassare le tasse per gli studenti appartenenti alle fasce di reddito medio e istituire una no tax area – esenzione totale dalle tasse – per le fasce in maggiori difficoltà economiche. Il Pd e la maggioranza non hanno voluto discutere, emendare, migliorare

M5S. manutenzione stradale

Un piano di controllo per la manutenzione stradale con interventi urgenti su tutte le strade di competenza del ministero. “L’obiettivo è limitare al minimo gli incidenti”, dice Azzurra Cancelleri che per questa ragione ha presentato in commissione una interrogazione a risposta scritta al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. “Poco frequentemente in Sicilia  – denuncia

Sicilia, serve manutenzione stradale

Ho chiesto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti  un piano di controllo per la manutenzione stradale, per lo stato di abbandono in cui versano molte aree stradali per le quali non vengono eseguite le ricorrenti operazioni di sfaldo dell’erba ed eventuali potature delle essenze arboree. Così la rete stradale si presenta con siepi e

Settimana a 5 stelle n 94

Questa settimana l’esame in Aula del decreto relativo alla cessione dei complessi aziendali del Gruppo ‪#‎ILVA‬ e della delega al Governo recante norme relative al contrasto della povertà. *Alla Camera si torna a discutere del Ddl ‪#‎Povertà‬! Il ‪#‎M5S‬ ha detto forte e chiaro che le misure previste da questo “Governo delle banche” sono largamente

Indispensabile la manutenzione nelle strade della provincia

Interventi straordinari e manutenzione ordinaria sulle strade siciliane. Le richieste della deputata alla Camera del Movimento Cinque Stelle Azzurra Cancelleri sono contenute in una lettera indirizzata a Manlio Munafò, commissario straordinario del Libero Consorzio di Palermo.  “Più volte ho segnalato con le mie interrogazioni – scrive – gli innumerevoli problemi dovuti alla pessima viabilità siciliana

Apparecchi elettromedicali tra i farmaci convenzionati

Inserire nella lista dei farmaci convenzionati con il sistema sanitario nazionale anche gli apparecchi elettromedicali per consentire al paziente l’autodiagnosi. È la proposta che il deputato alla Camera del Movimento Cinque Stelle Azzurra Cancelleri ha lanciato con una interrogazione rivolta al ministro della Salute e al ministro dell’Economia e delle Finanze. “Con questa soluzione –

Convenzione apparecchi elettromedicali

Ho depositato un interrogazione al Ministro della Salute e al Ministro dell’Economia e delle Finanze, per chiedere di inserire nella lista dei farmaci convenzionati con il sistema sanitario nazionale anche gli apparecchi elettromedicali per consentire al paziente l’autodiagnosi. Così i pazienti potranno rilevare valori clinici in autonomia, senza l’ausilio di operatori, con un notevole risparmio

Settimana a 5 stelle n 93

Questa settimana l’esame in Aula della delega al Governo per la riforma del sistema dei confidi e dell’introduzione nel codice penale del reato di depistaggio. La Commissione Bilancio riprende l’esame del decreto Enti locali, mentre la Commissione Cultura prosegue l’esame delle modifiche alla disciplina in materia di contributi universitari. *IL PARLAMENTO HA APPROVATO UNA LEGGE

Treni, troppi disagi per i pendolari siciliani.

Un tavolo tecnico partecipato dai Governi nazionale e regionale, da Rete Ferroviaria Italiana, sindacati e associazioni di categoria e operatori del turismo per porre fine a disagi e disservizi della mobilità su rotaie. Lo chiede il gruppo parlamentare alla Camera del Movimento Cinque Stelle con l’obiettivo di sottoscrivere nel più breve tempo possibile un accordo

Settimana a 5 stelle n 92

Questa settimana il voto di fiducia dell’Assemblea sul testo recante disposizioni urgenti a favore degli investitori in banche in liquidazione, già approvato dal Senato. Il provvedimento prevede, tra gli interventi, misure di sostegno alle imprese e accelerazione del recupero crediti, oltre a disciplinare gli interventi in favore degli investitori in banche in liquidazione Doppia questione